Perché si parla di re-branding?

Tra le principali motivazioni, c’è quella di essere al passo con i tempi e provvedere a un aspetto – e dunque, anche a un logo – che sia all'altezza di una società mutevole e sempre in movimento verso il  trasformismo digitale.

Ogni giorno, i trend subiscono variazioni, piccole o grandi che siano; passioni e tutto ciò che attraggono l'attenzione, sono soggette a nuovi filtri e punti di vista differenti.

Nell'ambito professionale, la percezione dei propri servizi, da parte di fruitori e clienti, è di vitale importanza. Non è un caso che all'avanzare della tecnologia, cambino anche le richieste. Ma questo non deve essere per forza una cosa negativa.



Alcuni esempi di Brand Identity

Aggiornare l'aspetto del proprio brand, è un buon modo per comunicare istintivamente che state ascoltando il vostro pubblico-target e che “ci siete”.

Qualora non si riesca a stabilire un'intima connessione con i potenziali clienti, difficilmente sarà possibile farsi spazio in un contesto in continua evoluzione. In aiuto alla realizzazione di questo scopo, però, c'è il logo: uno stendardo da mostrare alle platee ma soprattutto vessillo rappresentativo di qualsiasi forma di attività organizzata.

Qualche aiuto pratico

Creare un nuovo logo o peggio, aggiornarlo a una nuova versione, non è affatto semplice. Esistono alcune tecniche come quella del  Lettering che altro non è che lo studio di nuovi caratteri (lettere, numeri, punteggiatura), con una particolare forma.

Questa pratica, permette di cambiare (anzi, adattare) la forma del logo senza snaturarne i tratti strutturali. Come abbiamo osservato con  Google, il brand ha sempre mostrato una “G” pur presentandola, nel tempo, attraverso forme e colori diversi.

Tuttavia, bisogna avere piena convinzione prima di proseguire su questa strada. Non sempre è il momento giusto per cambiare il proprio logo, vediamo quando le condizioni sono effettivamente propizie per far si che la nostra scelta non abbia delle ricadute negative.

Perché e quando cambiare logo?

Oltre a quanto detto già sopra, un motivo per cui è necessario cambiare il proprio logo è quando è semplicemente troppo datato: la combinazione dei colori ormai è superata, il rapporto dimensioni non è adeguato per gli attuali social network e magari, qualcuno vi ha fatto capire che questo “biglietto da visita” non è esattamente gradito.

Come capire quando è passato troppo tempo dall'ultima volta? Anche questa domanda ha una soluzione molto facile. Basta seguire i trend del momento, chiedersi se rispetto a prima c'è qualche nuova abitudine nel costume e nella cultura della nostra società.

Un esempio esplicativo? Guardiamo alla vicenda di Blockbuster, la famosa catena di home video americana; non era difficile prevedere il successo del Web eppure, l'azienda non ha mai spostato la sua attenzione su ciò che le accadeva intorno, rimanendo affezionata ai suoi cari vhs e  dvd. Non aggiornare il proprio logo, è un po' come condividere la sorte di Blockbuster. Pensate se Google fosse rimasta alla sua prima grafica anche dopo il proliferare di smartphone e tablet.

Adesso, le persone penserebbero che la compagnia californiana sia retrograda e non in grado di provvedere alle proprie funzioni con la qualità promessa.

Studio del brand per un marchio vincente

Se sono passati 5 anni, dall'ultimo restyle grafico del vostro logo, forse è il caso di chiedervi cosa sia cambiato attorno a voi e come, di conseguenza, la vostra attività si è evoluta. Siate creativi, radunate menti in grado di elaborare una buona dose di immaginazione; è la chiave per attirare l'attenzione delle persone, soprattutto in una società dove lo stress e il bombardamento in massa di informazioni la fanno da padroni.

Un altro ed efficacissimo modo di rendersi conto se è davvero necessario un restyle del logo è quello di “chiedere”. Si, avete letto bene; chiedete ai vostri utenti se pensano che il logo abbia bisogno di una rinfrescata. Troverete illuminante il confronto diretto con l'altro lato della barricata. Una platea di spettatori che non compete con il vostro esercizio, provvede a una valutazione disinteressata e completamente priva di influenze pessimistiche. Quale miglior modo di avere dei feedback validi e al tempo stesso di qualità?

Non solo, il rapporto con la vostra clientela vi metterà nelle condizioni di comprendere la percezione emotiva che la gente stabilisce nei confronti della vostra immagine. Se avete puntato su qualcosa in grado di suscitare delle emozioni, giocare la carta del dialogo potrebbe essere la mossa vincente.

Una brand identity vincente

Cosa pensano i fruitori del nostro aspetto? Cosa è cambiato nel tempo? Il logo e più in generale, il brand della nostra azienda, ha influenzato il rapporto dei clienti verso i servizi in vendita? Se è si, come? Queste e tante altre domande, possono trovare risposta solo trovando un modo di essere poste (sondaggi,  interviste).

Certe volte, le attività sono molto semplici e intuitive così come il legame che stabiliscono con o propri utenti. Altre volte, invece, è necessario affidare queste indagini a dei professionisti. Per vostra fortuna, Brendity è qui non solo per consigliarvi in merito “grafico” ma anche per valutare la vostra percezione a livello di Brand.

Date un'occhiata!

packaing prodotto design
stationary design
business card design
gadget design brand
mobile app ui ux design
logo design gadget
brand logo design
marketing brand design
web site design
brochure design

432

Clienti serviti

99%

Clienti soddisfatti

12+

Pinternazionali
TI INTERESSANO I NOSTRI SERVIZI?

Realizza il design perfetto per valorizzare
la tua impresa.